Cara Prima Strega,

 volevo parlarti di un castello che ho visitato nelle Marche perché è infestato da un fantasma. La storia è questa:

nel medioevo il signore del castello aveva avuto una figlia con grandi occhi azzurri e capelli dello stesso colore;

il suo nome era Azzurrina. La bambina crebbe e quando ebbe sei anni successe la tragedia. La sera del solstizio d'estate Azzurrina stava giocando con la sua palla in un corridoio del castello sotto la supervisione di due guardie quando la palla cadde nel magazzino in cui venivano conservati gli alimenti con grossi blocchi di ghiaccio.

La stanza aveva un'unica porta da cui la bambina entrò e nemmeno una finestra ;

le guardie attesero un paio di minuti il ritorno della piccola,

ma essa non tornava e quando entrarono nella stanza non la trovarono.

L'unica cosa che restava di lei era la palla... La guida ci mostrò la stanza, il ritratto della bambina e ci fece sentire un nastro registrato le sere dei solstizi d'estate in cui si sente una bambina che canta.

Io non ci credevo e tornai la sera con alcuni miei amici; ci nascondemmo nel giardino

e a mezzanotte sentimmo una bambina che rideva dietro di noi ma quando ci girammo non c'era nessuno.

Scappammo via terrorizzati e da allora non sono più andato nelle Marche!  

 

  ASMODEO

Un'altra testimonianza

Ciao!!!

Mi chiamo Katerina

ti scrivo per fare alcune precisazioni sulla storia di Azzurrina...

allora... la bambina in principio si chiamava Guendalina, ma era una bambina albina,

cioè aveva la pelle bianca bianca, i capelli bianchi perché non aveva pigmenti di colore

e gli occhi rossi... gli albini non possono stare sotto la luce del sole...

a quei tempi le bambine albine (e i bimbi) erano considerati delle entità malvagie... delle streghe.

La mamma di Guendalina cercò di colorare i capelli della bambina,

ma visto che non aveva i pigmenti che abbiamo noi perla colorazione,

i suoi capelli sono venuti fuori di un colore azzurro.

E per questo la chiamarono Azzurrina... e questa bambina non poteva MAI uscire dal suo castello

se no l'avrebbero accusata di stregoneria.

I suoi genitori la tenevano sempre dentro al castello con due guardie.

Un giorno mentre c'era un grande temporale, la bambina, giocava con la sua amata palla.

Mentre giocava, la palla le è caduta nelle scale vicino al loro ripostiglio per il cibo. era come una cantina diciamo.

Allora la bambina rincorse la palla... dopo si sentì un urlo della bambina e le guardie

accorsero a vedere cosa era successo: la bambina era sparita!!!

C'è chi dice che qualcuno si sia intrufolato in casa e buttò Azzurrina da una finestra che dava su un dirupo...

rimane il fatto che non trovarono nemmeno il corpo... e così si dice che ogni 4 anni nel solstizio

d'estate, nella notte, si sentono le voci della bambina che giocava a palla...

Io da quando sono andata a visitare il castello,

ho sempre paura che ci sia uno spirito dietro di me che non ha trovato ancora pace...

MAMMA MIA!!!

un bacio e spero di essere stata un po' chiara...